Attività dai 7 ai 16 anni

Interventi abilitativi riabilitativi

Interventi individualizzati e/o in piccolo gruppo per potenziare le aree di sviluppo.

Trattamenti Psicoeducativi

Gli interventi mirano allo sviluppo di competenze di comunicazione e di interazione sociale reciproca mediante un approccio che vede la motivazione come principale spinta alla socialità e la fonte primaria per l’apprendimento di varie abilità (comunicativo-linguistiche, affettivo-relazionali, ludiche e motorie).

Potenziamento Abilità Sociali e di Autonomia

Attività mirate a sviluppare abilità interattive, come l’intenzionalità e la reciprocità sia comunicativa che ludica, in modo da incentivare il processo di socializzazione e la comprensione delle regole sociali. L’apprendimento delle autonomie, inoltre, è alla base del senso di auto-efficacia e soddisfazione di ogni individuo. I percorsi proposti sono mirati allo sviluppo delle autonomie personali e calibrati sull’età del soggetto (a partire dall’igiene personale fino alla capacità di muoversi, in modo indipendente, sul territorio).

Musicoterapia

L’utilizzo della musica e degli elementi musicali (suono, ritmo, melodia e armonia) per favorire la comunicazione, la relazione, la motricità, l’espressione e altri rilevanti obiettivi terapeutici, al fine di soddisfare le necessità fisiche, emozionali, mentali, sociali e cognitive del bambino (World Federation of Music Therapy).

Potenziamento Cognitivo Neuropsicologico

Attività volte alla facilitazione e al sostegno delle abilità cognitive, come il ragionamento e il pensiero, per favorire le conoscenze e l’acquisizione di capacità adattive.

Training Funzioni Esecutive

Attività specifiche per il potenziamento dei processi mentali alla base della pianificazione e del problem solving, utili a creare nuove modalità di comportamento.

Training Comunicativo

Le attività strutturate hanno come fine quello di sviluppare competenze comunicative grazie all’utilizzo di ausili comunicativi tecnologici. Sviluppare inoltre la capacità di utilizzare lo stile relazionale e la modalità di comunicazione più adeguata e funzionale  in base al contesto relazionale e all’obiettivo per cui ci si sta relazionando con interlocutore.

Stanza Multisensoriale

La stanza multisensoriale di Casa Sebastiano è uno strumento innovativo che permette di proporre attività motivanti basate su stimoli sensoriali di diverso tipo (acustico e visivo), statici o in movimento, in modo parallelo. La possibilità di organizzare e progettare il tipo di attività e la loro sequenza, permette di individualizzare l’intervento, stimolando e allenando le capacità dei bambini in diverse aree di sviluppo. Gli interventi proposti possono essere individuali e di gruppo.

Supporto emotivo-relazionale

Le attività sono rivolte all’acquisizione di una maggiore consapevolezza emotiva, tali interventi hanno lo scopo di individuare quali sono i fattori scatenanti di determinati stati emotivi, discriminando e acquisendo determinate strategie per affrontarli al meglio. Tali strategie forniscono strumenti tangibili al bambino /ragazzo per conoscere meglio se stesso, il proprio pensiero, le proprie emozioni e come queste possono influenzare le proprie sensazioni fisiche e il proprio comportamento.

Supporto alla Didattica

Questo tipo di intervento si pone l’obiettivo di supportare l’individuo nell’organizzazione scolastica, nello svolgere le richieste, affrontare e rielaborare le eventuali difficoltà annesse. Tale attività è stata pensata non solo per potenziare l’apprendimento scolastico, ma anche per sviluppare la propria autonomia nella gestione dei compiti.

Supporto alla rete terapeutica

Albero Blu supporta la persona con Disturbo del Neurosviluppo e anche coloro che ruotano attorno alla sua vita.

Interventi Peer-mediated

Le attività che il bambino può svolgere con i pari offrono l’opportunità di veicolare l’apprendimento e la generalizzazione di competenze socio-comunicative, emotive e cognitive all’interno di un contesto relazionale altamente motivante. Il gruppo di coetanei fornisce maggiori possibilità di condivisione, favorisce la spontaneità degli scambi e permette al bambino/ragazzo di sviluppare la conoscenza del sé attraverso il confronto con un modello a lui simile.

Interventi con i fratelli di bambini con ASD

Alcuni elementi tipici di reciprocità della relazione fraterna vengono spesso alterati nelle condizioni di Neurodiversità. Per questo è importante sia organizzare momenti di gioco strutturati tra fratelli al fine di promuovere modalità di scambio efficaci, sia pianificare incontri di gruppo fra bambini e/o ragazzi che condividono esperienze e sentimenti personali legati alla loro condizioni di fratelli “speciali”.

Supporto alla genitorialità

Momenti strutturati di sostegno e confronto costruttivo ai diversi componenti della famiglia per la gestione, comprensione e analisi delle caratteristiche dei diversi comportamenti sociali e comunicativi del bambino.

Incontri di Supporto alla Genitorialità

Serie di incontri finalizzati all’incremento delle capacità genitoriali di gestione dello stress parentale e della gestione dei figli. Tali incontri mirano a supportare la gestione dei livelli di stress a cui i genitori sono sottoposti e ad aiutarli nella comprensione delle specifiche caratteristiche della manifestazioni comportamentali dei loro bambini/ragazzi. Le sedute prevedono sia dei momenti individuali con il terapeuta, sia in gruppo con altri genitori, consentendo così di confrontarsi e condividere esperienze e strategie.

Coinvolgimento genitoriale 

In linea con la recente letteratura scientifica, nei percorsi abilitativi/riabilitativi si prevede il coinvolgimento del genitore in modo tale che il terapeuta possa condividere con loro gli obiettivi terapeutici e le strategie educative, al fine di favorire una maggiore coerenza educativa nei confronti del bambino/ragazzo.

Dolomiti SportLab

Grazie alle numerose strutture ricettive e sportive presenti nella Val di Non sono srutturate delle attività volte a sviluppare e potenziare determinate abilità sia dal punto di vista motorio che emotivo relazionale (Trekking, arrampicata, attività sulla neve, ecc.)

Tecnologia , Smartphone, Social Media

Il laboratorio mira, attraverso la familiarizzazione con diversi strumenti tecnologici e lo sviluppo di capacità di gestione degli stessi, a fornire diverse strategie per un utilizzo funzionale dello smartphone e dei social network, soprattutto dal punto di vista relazionale.

Teatro

L’organizzazione di attività teatrali mira allo sviluppo di abilità sociali, comunicative e motorie in modo da potenziare parallelamente l’autostima, l’intenzionalità e la coesione all’interno del gruppo.

Fotografia

Sperimentare la fotografia, cimentandosi nella tecnica e confrontarsi con il gruppo, permette di conoscersi e di conoscere la realtà. La fotografia è una rappresentazione che lascia il segno. Grazie alla sua forza comunicativa il contesto del laboratorio fotografico può diventare uno spazio di incontro e integrazione sociale.

Pittura

Lo scopo di questa attività consiste nell’utilizzare mezzi esperienziali, come la pittura e l’argilla, per facilitare l’acquisizione di diversi aspetti come la consapevolezza, l’autostima e l’importanza della relazione. 

Danza

La danza, attraverso il corpo e il movimento, rappresenta una modalità efficace e interattiva per lo sviluppo e l’incremento di nuovi schemi motori. L’espressività corporea, alla base di tale attività, favorisce inoltre la regolazione dell’emotività, del sé psicofisico dell’individuo e degli aspetti relativi alla socializzazione con i pari.

Starpool, Zero Body, mindfulness

Attività rivolte allo sviluppo di capacità di mindfulness, ovvero un insieme di tecniche volte a ridurre la vulnerabilità cognitiva e la risposta emotiva allo stress. Tali attività comprendono l’utilizzo di un sistema di immersione all’asciutto, ZEROBODY™ che può essere usato per ridurre lo stress fisico e mentale.

Laboratorio di attività sportive

Grazie alle numerose strutture ricettive e sportive presenti nella Val di Non, si organizzano attività volte a sviluppare e potenziare determinate abilità sia dal punto di vista motorio che emotivo relazionale.

Terapia in Vacanza

Terapia in Vacanza è un campus di intervento riabilitativo intensivo rivolto a bambini con diagnosi di Disturbo dello Spettro dell’Autismo (ASD). Il progetto di intervento nasce al fine di coniugare le opportunità terapeutiche altamente specialistiche per il bambino, con l’esigenza di relax del genitore, che potrà immergersi in un contesto vacanziero naturalistico.